Gaiole in Chianti, i suoi castelli e le sue chiese piu’ significative
Gaiole in Chianti, i suoi castelli e le sue chiese piu’ significative

Gaiole in Chianti, i suoi castelli e le sue chiese piu’ significative

Published under Chianti, on lunedì 15, 2013

L’abitato di Gaiole, sorto come mercatale della zona, non offre grandi spunti di interesse, eccettuata la piazza e le abitazioni che sorgono sul fiume. La vera ricchezza della zona risiede piuttosto nei numerosi castelli e chiese che sorgono tutt’intorno. La scelta è talmente ampia che prenderemo qui in considerazione solo le emergenze, consci che comunque anche i luoghi tralasciati meriterebbero tutta la nostra attenzione. Per comodità e vicinanza a Gaiole il tour inizia con la visita alla pieve di Spaltenna, collocata subito sopra Gaiole, da cui si raggiunge velocemente il bellissimo borgo fortificato di Vertine, gioiello assoluto del Chianti, preservatosi ottimamente. Lasciandoci Vertine alle spalle, si passa vicino al borgo di San Donato in Perano, antico castello trasformato nel ‘600 in grandiosa villa, sede di un’ottima azienda agricola dov’è possibile degustare i vini e visitare le cantine. Da lì si giunge in pochi chilometri alla badia di San Lorenzo a Coltibuono, nei pressi della quale si trovano la casa torre di Cancelli e gli spettacolari ruderi del castello di Montegrossi, dove soggiornò tra gli altri anche l’Imperatore Carlo V. Rientrati nei pressi di Gaiole, le prossime tappe sono due castelli oggi sedi di due importanti e famose aziende agricole: Meleto e Brolio. In entrambi i casi alla visita agli ambientininterni si può abbinare la degustazione dei loro ottimi vini.

View Map