Radda in Chianti e i suoi gioielli di campagna

Radda in Chianti e i suoi gioielli di campagna

Published under Chianti, on lunedì 15, 2013

Radda in Chianti e il suo territorio comunale, geograficamente e storicamente collocati al centro del Chianti storico, presentano diversi luoghi di interesse, che meritano di essere visitati. A Radda in Chianti, in attesa dell’apertura del Museo d’arte sacra (che avrà sede nei locali adiacenti la chiesa di Santa Maria in Prato), si possono visitare la centrale chiesa di San Niccolò e il vicino ex convento di Santa Maria in Prato, il Palazzo del Podestà, il camminamento di ronda e la Ghiacciaia granducale. Ricco è anche, come detto, il territorio comunale di Radda, punteggiati di luoghi meritevoli, primo fra tutti il medioevale borgo di Volpaia, sede dell’omonima fattoria, dove oltre a degustare i vini si puo’ visitare la chiesa di San Lorenzo, arricchita all’interno da alcune tele del ’600 e ’700 e, soprattutto, la commenda di Sant’Eufrosino, bell’esempio di architettura rinascimentale fiorentina. Lasciata Volpaia, la visita prosegue all’antichissima pieve di Santa Maria Novella, posta praticamente di fronte a Volpaia, all’interno della quale si conservano, caso unico nel Chianti, interessanti capitelli del XII secolo. Oltre ad essi vi sonomanche due importanti lavori in ceramica invetriata della bottega di Santi Buglioni, artista fiorentino formatosi nella cerchia dei Della Robbia. Per gli amanti dell’archeologia, merita infine visitare il sito di Poggio la Croce, collocato non molto distante da Radda, sulla strada che porta a Castellina. Per raggiungere il luogo bisogna camminare per circa 10-15 minuti; ma è uno sforzo che viene ampiamente ripagato dalla vista che da lassù si gode e dall’importanza del sito archeologico, ad oggi il più antico dell’intero Chianti.

View Map