Santa Fina da San Gimignano

Santa Fina da San Gimignano

Published under Val d'Elsa, on martedì 23, 2013

Se Siena è la città di Santa Caterina, San Gimignano – nonostante il nome – è la città di Santa Fina, nata, vissuta e morta, giovanissima in questo borgo. La visita ai luoghi a lei legati inizia inevitabilmente dalla casa in cui nacque, sita nel vicolo che porta oggi il suo nome. Da lì l’itinerario si sposta poi all’interno della bella Collegiata, al cui interno si trova la bellissima cappella di Santa Fina, tra le migliori realizzazioni del Rinascimento fiorentino, che ospita il sepolcro della Santa e gli affreschi di Domenico del Ghirlandaio. Da notare inoltre, prima di lasciare la chiesa, il più antico affresco raffigurante un episodio della vita della Santa, opera del primo XIV secolo di Francesco di Segna, collocato nella navata destra. Ospitato in via Folgore da San Gimignano, si trova infine il complesso dello Spedale di Santa Fina, costruito nel 1255 con i soldi delle offerte deposte sul sepolcro della Santa. Nato allo scopo di dare ospitalità ai vecchi, ai poveri ed ai pellegrini, diventando nei secoli uno dei migliori della Toscana, conserva tra le altre cose, nella cappella dell’ospedale, la tavola di quercia dove Santa Fina giacque per cinque anni, prima di morire, e la bellissima Spezieria di Santa Fina, conservata all’interno dello Spedale, dov’è riprodotta l’antica farmacia con i contenitori di ceramica e vetro per i medicinali.

View Map